Etichette alimentari: Reg. 1169/11 data di scadenza e termine minimo di conservazione

In vista del completamento dell’iter legislativo del Reg. UE 1169/11 Proseguiamo a parlare di etichette alimentari:

Il termine minimo di conservazione e la data di scadenza e data di congelamento sono trattate dall’articolo 24 del Regolament0 che cita:

Nel caso di alimenti molto deperibili dal punto di vista microbiologico che potrebbero pertanto costituire, dopo un breve periodo, un pericolo immediato per la salute umana, il termine minimo di conservazione è sostituito dalla data di scadenza.

 

Quindi abbiamo due tipologie di indicazione di scadenza , una è il termine minimo l’latra è la data di scandeza.

Il prodotto deve avere le stesse caratteristiche organolettiche dalla messa in commercio fino alla data di scadenza.

Come fare a sapere quanto dura un prodotto alimentare ? Mediante i test di shelf life ! I nostri clienti si possono avvalere di servizi come la shelf life, o l’analisi dei nutrizionali fatte dal laboratorio della camera di commercio e di cui siamo partner.

 

Come deve essere la data da menzionare in etichetta ?

L’allegato X ci da le informazioni per poter essere in regola.

1. Il termine minimo di conservazione è indicato come segue:

  1. a)  la data è preceduta dalle espressioni:— «da consumarsi preferibilmente entro il …» quando la data comporta l’indicazione del giorno,— «da consumarsi preferibilmente entro fine …», negli altri casi;
  2. b) le espressioni di cui alla lettera a) sono accompagnate:— dalla data stessa, oppure
    — dall’indicazione del punto in cui essa è indicata sull’etichetta.Ove necessario, tali indicazioni sono completate da una descrizione delle modalità di conservazione che devono essere garantite per il mantenimento del prodotto per il periodo specificato;
  3. c)  la data comprende, nell’ordine e in forma chiara, il giorno, il mese ed eventualmente l’anno.
    Tuttavia, per gli alimenti:
    conservabili per meno di tre mesi, è sufficiente l’indicazione del giorno e del mese,
    — conservabili per più di tre mesi ma non oltre diciotto mesi, è sufficiente l’indicazione del mese e dell’anno, — conservabili per più di diciotto mesi, è sufficiente l’indicazione dell’anno;
  4. d)  fatte salve le disposizioni dell’Unione che prescrivono altre indicazioni di data, l’indicazione del termine minimo di conservazione non è richiesta nei casi:
    • —  degli ortofrutticoli freschi, comprese le patate, che non sono stati sbucciati o tagliati o che non hanno subito trattamenti analoghi; questa deroga non si applica ai semi germinali e prodotti analoghi quali i germogli di leguminose,
    • —  dei vini, vini liquorosi, vini spumanti, vini aromatizzati e prodotti simili ottenuti a base di frutta diversa dall’uva, nonché delle bevande del codice NC 2206 00 ottenute da uva o mosto di uva,
    • —  delle bevande con un contenuto di alcol pari o superiore al 10 % in volume,
    • —  dei prodotti della panetteria e della pasticceria che, per loro natura, sono normalmente consumati entro le ventiquattro ore successive alla fabbricazione,
    • —  degli aceti,
    • —  del sale da cucina,
    • —  degli zuccheri allo stato solido,
    • —  dei prodotti di confetteria consistenti quasi unicamente in zuccheri aromatizzati e/o colorati,
    • —  delle gomme da masticare e prodotti analoghi.

 

 

Quanto deve durare la data di scadenza su una confezione?

Deve durare almeno il tempo indicato dalla scadenza, deve essere Leggibile e indelebile , questo non vuol dire che deve essere a prova di bomba ma deve sicuramente avere una forte tenuta nel tempo, almeno il tempo necessario a portare a fine ciclo il prodotto.

 

Come stampare la data di scadenza che rispetti le regole UE?

Rivolgetevi ad un fornitore serio e professionale che possa darvi una stampante per etichette di qualità e dei Ribbon adeguati alle esigenze di tenuta previste dalla legge. Spesso mi capita di incontrare clienti che non son soddisfatti delle attrezzature acquistate e pensano di sostiuirle quando invece bastava un fornitore più esperto per consigliare il prodotto giusto. Spesso con pochi accorgimenti risolvo il problema.

e se dovete stampare su Film?: 

Potete usare i nostri sistemi di stampa diretta su film o i marcatori a getto d’inchiostro

 

 

 

E’ importante che vi serviate da  fornitori che sappiano queste cose e si interessino a fornirvi ciò che serve a voi .

 

 

Voi non siete tenuti a sapere quale sia la stampante per etichette migliore per il vostro lavoro, quello è il nostro compito, voi dovete fare bene il vostro lavoro , per tutto il resto ci siamo noi!

 

Stampante per etichette Toshiba BEx 4 T

Stampanti per etichette

Marcatori a getto d'inchiostro

Marcatori a getto d’inchiostro

stampa diretta su film plastico

Stampa diretta su film plastico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

multipack.it

Ciao, son Federico Di Maggio e da oltre 10 anni mi occupo di confezionamento ed etichettatura professionali.

Recommended Posts